martedì 10 giugno 2008

Le recensioni del c4os: Lost Odyssey (x360)

Immaginate un classico dei gelati come puo' esserlo la coppa del nonno. Reinventatevi il marchio, in modo da renderlo nuovo, giovane, innovativo... bene questo e' Lost Odyssey: il vecchio classico rpg a turni in una veste tutta next-gen ma col solito gusto di caffe'... anzi, col caffe' tutto sul fondo.

Diciamolo subito, io personalmente ho impiegato 81 (OTTANTUNO) ore della mia vita per terminarlo, avrei potuto anche usarne di meno ma la mia voglia maniacale di girarmi e rigirarmi tutto il gioco non ha di certo giovato. Ovviamente stiamo parlando del gioco effettivo, perche' se dovessi contare le pause, i caricamenti, i filmati i cazzi & i mazzi arriveremo almeno a 181...
4 dvd doppio strato non sono uno scherzo in termini di quantita', complice anche il fatto che sono presenti ben 5 lingue parlate (giappo, ita, eng, spagnolo e francese se non erro) ma, a meno che non siate sordi o masochisti, eviterete come la peste l'italiano per le solite ragioni di doppiaggio scadente. La scelta (nel mio caso) ricade sempre sul giappo + sub ita in modo da non trovare strane sorprese come nel video del calippo di qualche post fa.

Lost Odyssey e' certamente un rpg maturo, tutto l'opposto rispetto al pacioccoso e fumettoso Blue Dragon sempre programmato dallo stesso medesimo team, ovvero la Mistwalker fondata da quel matto di Hironobu Sakaguchi su finanziamento di mamma Micro$oft nel lontano 2001. (finanziamento che permise a mr. Sakaguchi di lasciare la carica di vice presidente di Square e costrinse la Square stessa a fondersi con la rivale Enix per evidenti problemi monetari.)
C'e' da notare che, almeno fin ora, i lavori migliori di Sakaguchi son stati con la Square (vedi tutti i final fantasy -.-") mentre finora "vince ma non convince" come si suol dire.
Quest'ennesima fatica avrebbe dovuto depistare ogni dubbio sulle capacita' del team ma a quanto pare, complice l'uscita un po' in sordina, cosi' in parte non e' stato.
Quello che manca in questo titolo e' una trama capace di coinvolgerti completamente, una crescita dei personaggi costante e un senso di percezione nel sapere esattamente "cosa stai facendo e perche'".
Pur durando tutte quelle ore non si ha mai la completa visione del quadro, che apparira' soltanto alla fine lasciandoci, almeno personalmente, delusi. Se la vecchia guardia rpg ci insegnava progressivamente partendo da una situazione di pace a conoscere i personaggi e la storia, qui si e' gia' da subito gettati nella mischia tant'e' che proprio all'inizio prenderemo in mano i comandi nel bel mezzo di niente meno che una guerra.. I filmati, manco a dirlo, la fanno da padrone... a volte in cg ma molto spesso in tempo reale e le differenze tra le due tecniche in questo caso sono minime.


I primi tre dischi scivoleranno via veloci tra un filmato, un dialogo e un caricamento.. ancora dovevo capire come settare al meglio la squadra con oggetti e skill che mi trovavo gia' al quarto disco :|
La gestione degli scontri e' stata naturalmente rivista prendendo spunto dalla struttura propria di Lost Odyssey, ovvero parte del vostro team e' composto da immortali. Avrete a disposizione una rosa di 9 player totali, di cui 4 appunto immortali. Le differenze (oltre al fatto che se muoiono durante uno scontro dopo 2 turni si autoressano) risiedono tutte nelle abilita'. Gli "umani" hanno delle abilita' proprie, chi la magia nera, chi la bianca, chi nel combattimento ravvicinato ecc.. mentre gli immortali non hanno una beata ceppa ma possono apprenderne quante ne vogliono in base ad un sistema di apprendimento per singola skill con l'umano di turno. Ovviamente tra tutte le skill apprese, solo una parte sara' utilizzabile previo riempimento di appositi "slot abilita'", all'inizio 6 fino ad un upgrade massimo di 30. Oltre alle abilita' acquisite dagli umani, ci sono le abilita' apprese dai bracciali che spaziano dalle resistenze alle magie, al danno maggiore ecc... In un panorama cosi' vasto di skill, oggetti e possibili formazioni vien da se facile intuire che per tutto il tempo si ha come la sensazione di giocare con un team "imperfetto" a cui manca il necessario appeal per essere gestito come ci si aspetterebbe. Appeal che salta fuori nelle fasi finali del gioco, quando ci troveremo al cospetto dell'ultima location per lo scontro col bossone finale. Da quel punto li in poi potrete decidere se dedicarvi al completamento delle sub quest (e sono tante) o affrontare il vostro destino e porre finalmente la parola fine. Io scelsi appunto di fare le quest, iniziai che avevo i personaggi di livello 41 circa e terminai che ero livello 87 :| ma finalmente avevo ben chiaro il ruolo che ogni singolo pg aveva nel gruppo, coi suoi pregi e i suoi difetti e questo solo DOPO aver appreso tutte le skill tra umani e accessori, una cosa che non consiglio a nessun altro uomo di fare .......



Le vecchie fasi di ricerca ed esplorazione a cui eravamo abituati (con FF) qui son state ridotte all'osso. Per passare da una location all'altra basta selezionarla sulla mappa che VOILA' ci si teleporta automaticamente, scelta alquanto discutibile....In ogni caso sempre alla fine del gioco ci e' data la possibilita' di esplorarci tutto il mondo a bordo del possente white boa, la navona imperiale che ospita al suo interno un'altra navettina che all'occorrenza possiamo usare per andare sott'acqua o sorvolare la zona interessata... tutto alquanto inutile se non per fare le famose side quest (che tra l'altro appaiono sotto forma di punti luminosi sulla mappa, quindi son ben lontani quei momenti in cui ci si meravigliava di aver trovato l'isola dei chocobo su ff7...)
L'unica vera figata che ho apprezzato e' stato il background creato attorno al nostro protagonista, Kaim. Capitera' nel corso dell'avventura di rievocare in lui antichi ricordi che si traducono in letture anche piuttosto lunghe su schermo di esperienze di vita passata. Ogni mini storia ha la sua morale ed e' raccontata (e tradotta) magistralmente. Ovviamente non e' farina di Sakaguchi, ma di Kiyoshi Shigematsu un famoso romanziere a mandorla. Queste fasi "morte" di gioco possono essere saltate e rilette con calma in un menu' chiamato giustamente "A thousand years of dreams"... alcune sono talmente belle che varrebbe la pena di trascriverle sul blog ^^
Sempre parlando di fasi morte, arriverete ad un certo punto che non sopporterete piu' gli scontri casuali. Capitera' di farne uno ogni 3-4 passi e se state esplorando una zona nuova o vi siete persi in un dungeon, la cosa diventera' veramente frustrante. Specie a livelli alti quando ormai riaffrontate zone vecchie e i nemici sono talmente infimi da farvi il solletico, e' piu' il tempo che perdete in caricamento che in battaglia e credetemi, i caricamenti in Lost Odyssey sono veramente ma veramente tanti e lunghi............ Alla fine, nel livello finale, sono fuggito da tutti gli scontri , stavo per avere un esaurimento nervoso. Capisco la scelta di rimanere fedeli al vecchio cliche' degli scontri casuali ma dio santo, qui si esagera. Chrono Trigger non t'ha insegnato niente, Sakaguchi? c'hai mai giocato? :'(

In definitiva quindi abbiamo un'ottima grafica e una bellissima colonna sonora firmata dal solito talentuoso Uematsu da una parte, caricamenti, lunghe attese, personaggi insipidi (salvo il protagonista) e una trama che non convince dall'altra. Se siete come me e pensate che la trama in un gdr sia tutto assieme al feeling che si ha col proprio team, allora resterete delusi dalle promesse di LO, se invece vi lasciate trasportare dalla grafica, dalla bellezza degli scontri e dalla teatralita' delle scene allora troverete LO un capolavoro.
Io aspetto volentieri il prossimo, confidando nelle abilita' di Sakaguchi

13 commenti:

Fox ha detto...

Fortuna che non mi son fatto prendere dalla scimmia per gli rpg a turni. L'unico che ho fatto in vita mia e che alla fine ho discretamente apprezzato è stato FF VIII, ma all'epoca ero un ragazzino. Ora con l'età son diventato più adrenalinico (chi l'avrebbe mai detto?) preferisco spaccare crani in real time negli action-rpg.
Mi preoccupo per quel che può essere di me se proseguo per questa strada... >:D

c4os ha detto...

Curioso, Charles Manson diceva le stesse cose :s
Imo questo genere sparira' come i punta e clicca e diverra' una cosa di nicchia... gli rpg rimarranno ma saranno pensati in maniera differente.. vedremo col nuovo ff per ps3 che combineranno

Gianluca ha detto...

io sinceramente ho patito parecchio il passaggio da "turn based" a "real time" nel senso che sono cresciuto con in vecchi RPG della SSI come "curse of the azure bond" (questo lo cito giusto per dire che il gioco non era male ma il modulo per advanced dungeons and dragons è stata probabilmente la 1° bella avventura che ho mai giocato)e quindi quando sono passato alle serie successive (tipo baldur's gate) ci ho messo parecchio per ambientarmi...

Myab ha detto...

c'è la nude patch?

c4os ha detto...

be' quello dei turni e' un problema minore, si e' visto nel corso degli anni che ogni casa affrontava il "problema" cercando di inventare sempre qualcosa di innovativo e allo stesso tempo intuitivo. C'era il sistema alla chrono trigger (tanto per citarne uno) che era un "dinamico a turni" oppure ci sono i metodi alla baldur's gate pero' li si entra anche nel campo advanced d&d con tutte le sue precise regole. Qui invece ci si appoggia al classico sistema introdotto dagli albori dei gdr per console. Un'altra alternativa e' stato fare un gdr piu' orientato all'action come ad esempio gli stupendi secret of mana, o il suo diretto cugino americano secret of evermore dove a fronte di elementi classici da gdr (esplorazione, exp, equipaggiamento, skill, magie ecc) ci si trovava a mazzuolare in tempo reale i vari nemici che si incontravano lungo il cammino (niente incontri casuali con nemici invisibili), una conseguenza di questo sistema (o viceversa) si e' vista su pc con la saga di diablo o con sacred che tra poco aggiungera' un secondo capitolo alla propria story line.
Insomma tecniche innovative ve ne sono state e ve ne saranno, ognuna incorpora pregi e difetti, sta poi al giocatore stabilire quale sia la migliore secondo il proprio insondabile giudizio xD.
Io personalmente se mi rifanno un chrono o un secret of mana svengo

pakko ha detto...

Occazzo fox, pure io mi son dato al primo rpg con FF8.. La storia... se ci penso piango.. troppo bella =°°°

Per il resto sono stato completamente preso da The Witcher, che è totalmente diverso visto gli scontri in realtime e terza persona alla World of Warcraft.. Il quale sinceramente parlando potete dire quello che volete tranne che il combat system fa skifo xkè è davvero qualcosa di definitivo!

Terza persona, w-a-s-d per muoversi, keybindings per le skill e o mouse press sulla casellina..telecamera gestita dal mouse, tutto questo ovviamente in un mondo 3D fatto bene e stile cartoon!

Owiamente c'è a chi lo stile fantasy cartoon possa fare skifo ma semplicemente la storia che c'è dietro a WoW, per chi ha finito Wc3 e TFT, beh sa sicuramente di cosa parlo..

Io io..io.. vorrei solo un'altro rpg con il combat system di wow, The Witcher è simile ma nn abbastanza.. qualcuno prima o poi.. esaudirà il mio sogno? =/

Fox ha detto...

Pakko, the Witcher non l'ho ancora fatto, ma fa parte dei giochi che mi son segnato sull'agenda da fare appena cambierò il PC! Mi ispira parecchio, e ne ho sentito parlare bene.

Per il resto, come rpg single player io consiglio a tutti la trilogia di Gothic su PC. A me personalmente è piaciuta tantissimo. Il primo episodio ormai è un po' attempato (a occhio e croce avrà almeno 7-8 anni, forse di più).
Non è esente da difetti, ma i suoi combattimenti in real time, la buona story line, le numerosissime quest e PNG, e lo stile maturo dell'avventura mi affascinano da anni. Li ho finiti tutti e tre e ne vado fiero ;-)

pakko ha detto...

Ho letto parecchio di gothic ma mi blocca il fatto dell'ultimo... stramegabuggato =/

c4os ha detto...

Aspettiamo tutti il megapack fix di the witcher e poi lo faccio pure io

MiuTi ha detto...

The Witcher l'ho giocato un pochino (fino al primo crash sdf), ma a me sti giochi con i movimenti dei pg fatti alla cazzo mi innervosiscono. Speriamo la patch migliori un po'. Non riesco a vedere degli idioti immobili che muovono solo la bocca, doppiati dai peggio coglioni.

MiuTi ha detto...

e pochi cazzi, chi non ha giocato ff7 e chrono trigger non può dire di aver giocato rpg a turni.

Gianluca ha detto...

quoto c4os...anche io aspetto il megafix per the witcher prima di giocarlo (sembra che oltre a quello ci sia anche una lunga sidequest aggiuntiva da scaricare), per ora è installato ma non lo ho ancora nemmeno provato! Invece stò mass effect comincia a prendermi parecchio, decisamente bello...spero mi aiuti ad ingannare l'attesa per l'uscita di Fallout3...

Gianluca ha detto...

http://www.old-games.ru/catalog/

Se a qualcuno può interessare ff7 su stò sito è classificato come abandonware ed è liberamente scaricabile...anche se mi pare strano che baldur's gate, planetscape torment e i primi 2 fallout siano abandonware.. :-)